VUOI DIVENTARE UN DIRIGENTE POLITICO ? di Ferruccio Grechi


Riflessioni di un uomo libero non condizionato da media e talk show

In questi ultimi mesi, pardon anni, ci siamo nauseati della situazione politica italiana e pur annoiati e delusi da battibecchi politici assurdi e non costruttivi abbiamo assistito a innumerevoli talk show dominati da insulti e maleducazione in cui non si costruiva altro che l’anti berlusconismo e si demonizzava lo stesso Berlusconi.

Basta aver studiato un minimo di educazione civica per conoscere che il Presidente del Consiglio non può dimettere i Ministri incaricati e tantomeno il presidente della Camera, anche se non condivide la loro linea strategica ed i loro voltafaccia, e che il potere a lui attribuito dalla Costituzione è molto limitato, quanto quello del Presidente della Repubblica.

Questo ha portato ad un immobilismo del governo ed al  mercato dei deputati che non rispettando il loro mandato e programma elettorale si sono venduti  a destra e sinistra secondo convenienza facendo venir meno la maggioranza necessaria per effettuare le riforme necessarie al Paese.

Ma l’immobilismo politico ha anche un’altra aggravante ancor più grave: PRIVILEGI – CORPORATIVISMO – DEMAGOGIA , che bloccano sul nascere qualsiasi baralume di riforma avendo costruito nell’ultimo ventennio il sistema e le regole che non intendono modificare.

Fino agli anni 80 la Democrazia Cristiana ha governato il Paese Italia avendo una maggioranza sostenuta  dall’anticomunismo radicato principalmente nelle regioni del ex potere temporale del Papato,  in effetti più per anticlericalismo che per ideologia comunista, che sussiste tutt’oggi.

Sono stati gli anni  del benessere italiano: oltre alla ricostruzione economica,  la DC distribuiva parte della ricchezza a pioggia e creava posti di lavoro con le aziende di Stato; il rapporto con la base era capillare quanto quello comunista avendo sezioni in ogni quartiere.

Il venir meno della Guerra Fredda tra USA ed URSS  fece perdere alla allora classe dirigente un sostegno molto importante e l’avvicinamento con i socialisti ed il Pentapartito portò a continue scissioni e trasformazioni della allora classe dirigente ed alla perdita di un immenso patrimonio immobiliare svanito nel nulla, creando nuovi partiti che dello spirito democristiano dei fondatori  utilizzano, solo a parole, alcuni concetti ispiratori.

Come nel 92 la Lega e Forza Italia costituirono il vero cambiamento della Politica, oltre al trasformismo delle denominazioni dei partiti, e non delle ideologie assistiamo oggi alla formazione di nuovi Movimenti che vogliono conquistarsi uno spazio nelle Istituzioni e che sono disponibili ad aprire solo  la dirigenza locale a disillusi ed a idealisti che credono nel Paese Italia e nel futuro per le prossime generazioni.

Se si indaga , anche superficialmente, su questi Movimenti, con ambizione di Partito, ci si accorge che  non hanno una visione d’insieme delle problematiche della Nazione, ma proposte ad obbiettivo  singolo dei loro componenti, per lo più legata alla professione o ad una insoddisfazione, e mancano di una preparazione politica di base ed una cultura del bene comune nazionale.

Il futuro nasce dal presente e dalle esperienze del passato e non si può improvvisare, ma deve essere costruito su una base culturale e morale che viva di uno spirito permeato di valori umani e religiosi volti alla cooperazione, all’uguaglianza, alla famiglia, al lavoro ed alla carità cristiana.

La Democrazia Cristiana, pur nel silenzio di questo ventennio, ha mantenuto fede ai principi fondatori ed al suo ruolo attivo quarantennale nella guida alla ricostruzione italiana, nella formazione dell’Europa, nella leadership di governo ed oggi si ripropone alla collettività, non partendo da scissioni del Centro e di Governo, ma ricostituendo il rapporto con la cittadinanza ricreando in ogni quartiere o rione una propria sede che raccolga  le vere esigenze e le riporti ai vari convegni per trasformarle in un programma politico e creare la futura classe dirigente.

Un opportunità per tutti i moderati che hanno fatto e faranno grande l’Italia e non per trasformisti ed illusionisti affamati di potere e di soldi capaci di scatenare le folle cavalcando l’onda dei malcontenti, o seguire l’onda mantenendo il cadreghino.

Una casa si costruisce partendo da fondamenta solide, mattone su mattone, con protezioni antisismiche ed antisprechi energetici, fino a realizzare il tetto ed abitarla con i propri congiunti ed amici, garantendo loro  dialogo ed amore ed insegnando ai figli il rispetto, educazione ed una professionalità futura.

Per riferimenti storici vedere il link 
http://www.storiaxxisecolo.it/larepubblica/repubblicapartiti3.htm
Annunci
Comments
2 Responses to “VUOI DIVENTARE UN DIRIGENTE POLITICO ? di Ferruccio Grechi”
  1. Angelo Sandri ha detto:

    Condivido – ovviamente – la tensione ideale che supporta lo scritto di Ferruccio Grechi. I concetti espressi sono sacrosanti e l’impegno che ci viene richiesto è rivolto al cosiddetto Bene Comune che tanto si predica, ma che spesso pare obnubilato.
    Mi pare peraltro molto giusto sottolineare come – per arrivare ad un qualche cambiamento e miglioramento – sia necessario attuare la politica dei piccoli passi, costruire la casa mattone su mattone. Non abbiamo altra strada, posto che i poteri forti, che anche qui si evocano, così come in altri interventi di questo interessante blog, non ci aiuteranno di certo a recuperare spazi di democrazia e di sovranità popolare che tanto sapientemente ci hanno ben tolto.
    Ritengo che la Democrazia Cristiana posso essere ancora un punto di riferimento importante per un Paese migliore, ma dobbiamo saperci organizzare e così poter superare i tanti ostacoli che metteranno sul nostro cammino.

    Il Segretario nazionale D.C.
    Angelo Sandri

  2. antonino magistro ha detto:

    Bene caro Ercole l’impegno politico e sociale ci differenzia dai qualunquisti e da tutte quelle persone che demandano ad altri le scelte da fare.
    Noi abbiamo il dovere di impegnarci in politica se vogliamo contribuire al cambiamento e al miglioramento della nostra società, la Democrazia Cristiana che ha fatto grande l’Italia è la scommessa per tutti noi.
    Buon lavoro.
    Presidente Nazionale Vicario D.C.
    A.M.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, quindi non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
  • Aggregatore notizie RSS
  • Feed Aggregator
  • voli low cost amsterdam
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: