BIODIVERSITA’ DI FERRUCCIO GRECHI


Riflessioni di un uomo libero non condizionato da media e talk show

ambiente ed animali alla mercé dell’uomo sapiens

Oggi quasi 45 milioni di animali vivono nelle nostre case: circa 7 milioni di cani, 7,5 milioni di gatti, 12 milioni di uccelli, 15 milioni di pesci, 500 mila roditori e 1 milione e mezzo di altre specie.

Amati e ben curati, tanto che si stima in 2 milioni di euro l’anno la spesa degli italiani per i loro amici, che da qualche tempo godono anche delle vacanze.

Sono sempre piu’ numerose, infatti, le strutture turistiche che accolgono gli animali domestici, facilitando anche la vita delle persone che non vogliono rinunciare alle vacanze ma neanche alla compagnia del loro amico animale. Una fotografia da favola disneyana.

Ma il vecchio detto ”vita da cani” ha ancora ragione di esistere.

Sono oltre 500 mila i cani randagi e oltre 1,3 milioni i gatti.

Nel solo anno 2005 ci sono stati in Italia 150 mila abbandoni e 73 mila maltrattamenti nel 2004, che nel 48% dei casi hanno portato alla morte dell’animale.

I 72.812 casi di maltrattamento accertati nel 2004, peraltro, non sono che la punta dell’iceberg, cioe’ quei casi effettivamente verificati e denunciati.

Ma quante migliaia saranno i maltrattamenti sommersi?.

La legge e’ costruita attorno ad alcuni pilastri: obbligo del microchip sui cani e di anagrafi canine per garantirne la rintracciabilita’ dell’animale, ma anche in queste minime aspettative viene disattesa e nei casi migliori gli animali abbandonati si riducono a larve scheletriche

Con questo scritto non intendo erigermi, ne a moralista , ne a saccente o peccare di presunzione, vorrei soltanto invitarVi a riflettere su alcuni punti

– Ogni giorno si ricevono almeno 30 segnalazioni di situazioni pietose che richiedono interventi immediati, ma abbiamo i mezzi, le strutture e la disponibilità per trovare affidi sicuri: sono oltre 11.000 casi all’anno…………..

– Ogni mese viene sequestrata una struttura non a norma con una media di di 200-300 animali: sono circa altri 4.000 casi disperati che dopo il clamore del sequestro vengono lasciati al loro destino quasi sempre nelle mani dell’indagato o dei suoi familiari ed in condizioni ancora peggiori…..

– Sappiamo che in Italia esistono almeno un migliaio di strutture abusive dove in nome del pietismo si raccolgono animali che poi vengono cresciuti negli stenti e senza cure mediche: si possono stimare in 400.000 unità gli animali in queste condizioni …………….

– Esistono stime e dati abbastanza attendibili sul randagismo specie nel centro sud e nelle isole; diciamo che ne esistano, eufemisticamente, circa 3-4.000 per ogni provincia. Basta un semplice calcolo aritmetico per arrivare ad un risultato impressionante………………… ….

-Si può prevedere che ogni 100.000 abitanti vi siano almeno 1.000 animali da compagnia e che servano almeno 100 posti in ricovero per i soli abbandoni…………….

Quanti Comuni hanno adottato misure opportune ? …………………

– Abbiamo più volte riscontrato che sono le persone più indigenti quelle che hanno un discreto rapporto con gli animali e dividono con loro il cibo, per esempio i ragazzi dei Centri Sociali o gli emarginati,ma quanti di loro possono permettersi cure mediche e vaccinazioni ???……..

– Quanti incoscienti e speculatori fanno figliare gli animali per trarne un vantaggio personale o li importano clandestinamente ??…………………

A molte di queste domande le Istituzioni non sanno rispondere e non hanno nemmeno previsto un piano di emergenza; stanno alla finestra in attesa che muoiano levando il disturbo o si affidano ad elementi senza scrupoli e già plurindagati pagandoli perchè se ne occupino non importa come…………

Ad un volontariato, e mi riferisco a quello senza sovvenzioni e senza amici degli amici, spetta il compito di mitigare questa piaga; allora tutti si agitano, scrivono, lanciano appelli a destra e manca sperando che qualcuno possa intervenire

Scusatemi, anche se comprendo ed anche io stesso abbia agito in alcuni casi in questo modo, ritengo che stiamo percorrendo una strada tortuosa a fondo cieco perchè finisce in una palude

Da parte mia e della nostra Associazione abbiamo cercato di affrontare la problematica a 360* con un impresa sociale no-profit ed abbiamo messo a disposizione su siti e gruppi molto materiale, di cui una parte è stato anche utilizzato violando etica e diritti di © o imitato pedestremente, perchè è più facile rubare idee e farle proprie mascherandole per protagonismo che unirsi per collaborare nella stessa direzione

Nella home di questo blog potete trovare due immagini sulla colonna di sinistra: la prima serve per  effettuare donazioni detraibili fiscalmente, la seconda permette di accedere ad un filmato pubblicato su YOU TUBE dove in 10 minuti cerchiamo di spiegare quello che facciamo in campo animale per aiutarli

Proprio in questi giorni abbiamo consegnato gratitamente un centinaio di sacchi di crocchette da 20 KG a Pesaro, Campobasso, l’Aquila, Teramo e Terracina tramite il Bancoecozoofilo AUD e siamo impegnati a mandare 16 bancali da 300 Kg cadauno di cibo per gatti a Roma ed altri 4 a L’Aquila oltre a provvedere a pensionati e colonie feline di Milano

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, quindi non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
  • Aggregatore notizie RSS
  • Feed Aggregator
  • voli low cost amsterdam
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: