IO NON CI STO di Ferruccio Grechi


Riflessioni di un uomo libero non condizionato da media e talk show  

Lunedì 17/5/2011, mezzanotte circa, Letizia Moratti in pochi metri quadri, senza microfono amplificato, con alle spalle un muro e protetta da un tavolo, affronta un centinaio di giornalisti, fotografi e telecamere, che la attendevano da diverse ore, in una conferenza stampa tra le più difficili:

“ammettere di essere stata superata dal suo avversario politico di circa 6,5 punti e fornire una spiegazione logica”

In quel momento, vedendo la dignità di quel volto provato dal vedere non apprezzato dall’elettorato anni di impegno e di mediazioni per migliorare Milano, ho preso la decisione di ritornare a fare l’opinionista.

Come tutti ho ricevuto al mio domicilio un libretto edito dalla Giunta in carica e come tanti non l’ho nemmeno degnato di uno sguardo, mi sono limitato ad appoggiarlo insieme ad altri libri anziché cestinarlo.

Quella notte l’ho ripreso e letto e mentre lo leggevo ripercorrevo i mie passi a piedi, coi mezzi pubblici per Milano, in cui vivo da 65 anni, ed ho cercato di valutare lo scritto con la realtà vissuta.

Come uomo d’azienda, vi ho trovato una vera relazione ad un consiglio d’Amministrazione; non era pubblicità elettorale anche se ne aveva l’aspetto, ma un bilancio di un Amministratore Delegato ai propri azionisti: fatti e numeri.

E vi era anche un altro libretto allegato: il programma del prossimo quinquennio.

Occupandomi quotidianamente di welfare, incontro molta gente con cui scambio ed ascolto opinioni e lamentele.

Letizia Moratti non è molto apprezzata da chi non la conosce o non ha avuto il piacere d’incontrarla ed ascoltarla mentre con scioltezza e con  il sorriso racconta ciò che ha ritenuto di fare bene per Milano compiaciuta per il lavoro svolto.

Per molti è snob, altezzosa, distante dalla realtà delle zone di Milano; vive in un mondo ovattato protetta dalle  forze di sicurezza: le si rimprovera anche di non fare a piedi, tra la gente, quella breve distanza tra la sua casa e Palazzo Marino.

Eppure basta incontrarla per cambiare opinione: una persona preparata con un curriculum adeguato, parla 4 lingue, si veste sobriamente senza fronzoli; è a suo agio, sia nei salotti, sia a contatto con la sofferenza e la povertà ed ha un carattere forte e  deciso a perseguire il risultato.

Anche se pretende molto dai suoi collaboratori, ha l’umiltà di ascoltare, di riflettere, valutare i consigli , e la decisione del manager che si assume in prima persona la responsabilità delle proprie decisioni.

Letizia, per te l’altra notte ho provato tenerezza ed ulteriore apprezzamento: hai ammesso con umiltà di essere stata superata ed hai aggiunto che bisogna ripartire  per riguadagnare in meno di due settimane il consenso elettorale perduto, forse anche per una parola di troppo tua e del tuo leader.

Stiamo vivendo in una società che non ha il tempo di ascoltare, di documentarsi e di dialogare; ognuno pensa a se stesso ed al proprio tornaconto immediato fregandosene del futuro.

Invece di vedere i gladiatori nelle arene, con lo stesso gusto del sangue, ci sorbiamo ore di talk show dove la satira viene sostituita dall’ironia; dove tutti sono contro uno,  assente, che viene difeso da difensori d’ufficio a cui si leva continuamente la parola; dove si cavilla e si invita chi più fa spettacolo anche se usa termini scurrili ed alza la voce.

Si ripetono sempre le stesse frasi e si costringe l’avversario a ripetersi continuamente cercando di esasperarlo per poi puntare il dito.

Cercando di leggere tra le parole e le righe, valuto quella che ritengo solo una mia opinione  estrapolata tra le verità assolute che ognuno fa proprie creandole secondo quel poco che percepisce del dialogo altrui.

Confronto dati e promesse, cerco di memorizzare  le proposte, che raramente vengono avanzate; ricordo le fregature che ci hanno propinato in passato per arrivare ad una conclusione.

Non è facile gestire una realtà complessa e diversificata come Milano: in essa si mescola finanza ed imprenditoria, commercio e sociale, strutture ed infrastrutture, ricchezza e povertà, onestà e ladrocinio per non elencare reati più gravi, passato presente e futuro della nostra generazione.

Milano è uscita da una catena di sindaci socialisti, abbiamo avuto un esperienza leghista e due mandati di centro destra: non possiamo permetterci di metterla nelle mani della sinistra radicale.

DEVI FARCELA, NOI TI SOSTENIAMO E CREDIAMO NELLA TUA PROFESSIONALITA’ PER REALIZZARE UNA MILANO SEMPRE  MIGLIORE CHE SAPPIA MANTENERE IL SUO RUOLO STORICO D’ INDIPENDENZA E DI CROCEVIA DELL’ EUROPA

Annunci
Comments
10 Responses to “IO NON CI STO di Ferruccio Grechi”
  1. Pina ha detto:

    Ancora una volta vedo puntare il dito su un presunto o reale errore commesso,senza tenere conto del grande contributo che la Moratti ha dato alla città di Milano.
    Purtroppo si segue la scia delle influenze che vengono attraverso i canali televisivi come alcuni programmi sfacciatamente di parte…l’unico l’errore fatto da donna Letizia è di non aver dato risalto informando i cittadini di tutto il suo operato!

  2. rossarossana ha detto:

    Se mi consigliano di rubare, e rubo, sono risponabile del furto. Se mi consigliano di mentire, e mento, sono responsabile della menzogna. A meno di non considerami totalmente priva di volontà. Caratteristica poco desiderabile in un sindaco.
    A me che la Moratti abbia preso circa 2 punti meno della coalizzazione di liste e Pisapia 2 punti in più no indigna affatto. Vuol dire semplicemente che la Moratti è poco amata e Pisapia molto.
    L’insinuare che ci siano state scorrettezze nel voto mi sembra molto grave.

    • ciaglia ha detto:

      non ho insinuato, ho detto quanto ho constatato e che mi prefiggo di valutare attentamente appena sarà possibile verificando, per quanto mi riguarda personalmente circa trenta voti in seggi differenti
      Posso anche concordare sul tuo giudizio ed è esecrabile che ciò sia avvenuto
      per la seconda parte della tua frase o ci sono almeno 3000 persone che hanno votato il candidato e non anche lo schieramento è un pò improbabile e difficile; che ci siano circa 5.000 voti annullati mi sembrano troppi
      Comunque vada ci meriteremo il candidato che viene eletto anche se non è di nostro gradimento e speriamo che in futuro più votanti siano motivati a farlo

  3. rossarossana ha detto:

    Ho approvato il tuo link anche se non ho capito cosa c’entri con il mio pezzo.
    Apprezzo che tu sia lbero non condizionato da media e talk show. Però magari un’occhiata ogni tanto dovresti darla. Da quanto mi risulta, la Moratti ha mentito – sapendo di mentire – nell’ultimo minuto di un dibattito televisivo buttando fango su un avversario che non poteva difendersi.
    Purtroppo lavoro a Milano e vivo nell’hinterland, quindi il sindaco lo subisco senza poterlo scegliere. Se fossi milanese, però, a una persona che mente spudoratamente non affiderei nemmeno un’edicola. Figuramoci una città.

    • ciaglia ha detto:

      hai ragione, qualcuno l’ha consigliata male ed è stata penalizzata Anche Berlusconi ha detto una parola di troppo e l’ha pagata salata
      Ciò che mi indigna è che la Moratti ha preso circa 2 punti meno della coalizzazione di liste e Pisapia 2 punti in più
      Anche la mia lista si è vista annullare circa la metà dei consensi
      Spiegazioni non ve ne sono però è innegabili che l’80% dei seggi era presidiato dalla sinistra
      se ti fa piacere leggi i vari articoli del mio blog, tra cui uno nuovo,
      io vivo ed opero nel sociale a Milano e preferisco un manager, non scevro da errori ad un illusionista

  4. Milene Mucci ha detto:

    Noblesse oblige.Se non si è pronti a questo non si fa politica a quel livello,non si fa il Sindaco di Milano e,soprattutto ,non ci si ricandida.
    Fortunatamente il re ormai è nudo e lo iniziano a vedere anche i suoi sudditi.
    Ad maiora.

    • ciaglia ha detto:

      Di fatti continua ogni giorno al ritmo di una dozzina di incontri e si ricandida per portare a termine operazioni già iniziate
      Che il re sia nudo, aspetterei ad affermarlo; in questo momento ad anno zero stanno proprio discutendo di questo
      Comunque sia i successori di uomini che hanno lasciato un segno di norma sono mediocri ed all’orizzonte non ne vedo neppure uno

  5. Milene Mucci ha detto:

    Povera donna..costretta a fare la c.s in una stanzetta di pochi metri quadri..che immagine desolante!
    Poteva farla dalla casa del suo Bat figlio,insediamento industriale trasformato in residenza con piscina di acqua di mare e rampa sulla strada per far salire la bat Ferrari..Il tutto in barba al piano regolatore emanato giusto dal suo comune e valido solo per noi miseri comuni mortali..
    Sarebbe stava certamente piu’ comoda,concordo con Grechi che non sia stato bello ;-)

    • ciaglia ha detto:

      Carissima hai messo il dito in una piaga che non conosci e di cui non sai i risvolti seguenti e non è mio compito illustrarli
      Chi sta vicino a chi ha potere troppo spesso sbaglia; anche il figlio di Di Pietro ha creato rogne al padre
      Circa la Moratti non ha certo problemi di casa o di uffici e di spazi sia come privata sia come Sindaco
      La mia considerazione era rivolta allo stadio di assedio che si è creato ed alle condizioni in cui, come altri politici, deve operare
      Anche oggi pomeriggio ha subito, più volte, lo stesso stato d’assedio da parte dei candidati che la sostengono
      Non so se hai mai provato ad apparire davanti ad una platea pronta a giudicare tutto ed ad essere assediata da un centinaio di persone che ti strattonano, si spingono, urlano, ti vogliono toccare o vogliono una risposta
      Se non ti viene un attacco di panico è un di più

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

  • Questo blog viene aggiornato senza alcuna periodicità, quindi non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
  • Aggregatore notizie RSS
  • Feed Aggregator
  • voli low cost amsterdam
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: